Cadaveria – Intervista!

Eraskor abbigliamento metal

Mondoscuro”, esce su etichetta Black Tears, questo succulentissimo split che vede la collaborazione di Cadaveria e Necrodeath, due importanti band della scena nostrana. 32 minuti dove i Cadaveria coverizzano i Necrodeath e viceversa, due unreleased track, e per chiudere 2 cover song di Type O Negative e The Beatles.

1. Benvenuta, Cadaveria, quindici anni di attività e cinque album all’attivo, come nasce l’idea di ritornare con uno split con i Necrodeath.

Cadaveria: Negli ultimi cinque anni i CADAVERIA hanno lavorato sodo, sfornando “Horror Metal”, il doppio DVD “Karma”, il quinto album “Silence”, ristampando il debut “The Shadows’ Madame” e suonando oltre sessanta date in Europa e Centro America. Conclusasi la promozione di “Silence” per noi era presto per tornare con un nuovo album, ma la mente era pronta per affrontare qualcosa di nuovo, o meglio per realizzare qualcosa di cui si parlava da tempo ma che non si era mai realizzato, cioè una collaborazione con gli amici Necrodeath. L’idea di “Mondoscuro” è nata da Flegias, che milita in entrambe le band. Più recentemente anche GL, bassista dei Necrodeath, è entrato in pianta stabile nei CADAVERIA sotto il nome di Peter Dayton e il sodalizio si è fatto più profondo. Insomma i tempi erano maturi per dare vita a questa creatura. Inizialmente doveva trattarsi di qualcosa di semplice… poi la tracklist si è arricchita e il progetto si è fatto più impegnativo…

2. Veniamo alle song, da quello che posso udire, la band è in forma smagliante, grande cover di Mater Tenebrarum, ottima nuova song, ma soprattutto grande reinterpretazione di “Christian Woman dei Type O Negative. C’è un motivo in particolare della scelta di questa song?

Cadaveria: Grazie per i complimenti. Ci sono un paio di cover che non ti rivelerò e che desidero fare da tempo, ma le tengo ancora nel cassetto perché sono significative solo per me. Coverizzare i TON invece ha messo subito d’accordo tutti i membri dei CADAVERIA, perché i loro album, e Bloody Kisses in particolare, sono stati la colonna sonora dei nostri anni novanta e hanno forse contribuito più di altri a dare un tocco gotico alle nostre sonorità. Volevamo inoltre rendere omaggio al grande Pete. La scelta di “Christian Woman” è un po’ bizzarra e rientra dunque nello spirito con cui di solito faccio le cose. E’ scritta da un uomo per un uomo, non è nelle mie corde, ma mi piace molto per la sua innata sensualità e carica erotica. Inoltre sembra semplice ma non lo è affatto, quindi ha dato il via ad una nuova sfida. Adoro le sfide, se no mi annoio. Infine davvero non ho resistito alla tentazione di cantare a squarcia gola “jesus christ looks like me”! Non ti nascondo che si tratta di un pezzo che evoca immagini oltre che sensazioni, è un brano molto cinematografico e l’abbiamo scelto anche in vista di un videoclip… che invece non verrà realizzato.

cadaveria-band-2016

3. Cadaveria e Necrodeath, due band stacanoviste tra album e live, quanto tempo è occorso per la realizzazione di Mondoscuro?

Cadaveria: Abbiamo cominciato a lavorarci nel 2015, non ricordo esattamente quando. So per certo che le prime bozze dei testi inediti risalgono a settembre dell’anno scorso e hanno subito molti ripensamenti. In studio siamo entrati ad aprile di quest’anno e alla fine abbiamo accelerato un po’ i tempi di uscita per poter presentare l’album a inizio settembre ed essere coerenti con lo special show tenutosi al Metalitalia festival il 10 settembre.

4. C’è qualche possibilità che con questa collaborazione su dischetto si possa realizzare anche un tour insieme?

Cadaveria: No. La data live Mondoscuro al Metalitalia fest che ho appena citato resta un evento unico.

5. “Silence”, sono passati due anni da questa ultima fatica discografica, qualche novità in anteprima sul suo successore?

Cadaveria: Sto mettendo giù le prime idee per quello che dovrà essere un album grandioso. Voglio superare me stessa e togliermi tutti i sassolini dalle scarpe. Ci vorrà tempo, anche perché devo ancora riprendermi dalla fatica di Mondoscuro. Indicativamente l’appuntamento è per il 2018. Nel frattempo ci sarà la re-realise del secondo album Far Away From Conformity, sold out da tempo, in nuova veste grafica, remixato e rimasterizzato. Nel back up sono andate perse delle tracce di voce quindi dovrò anche ricantare due brani.

6. In Mondoscuro troviamo anche la partecipazione di Lindsay Schoolcraft (Cradle Of Filth), come è avvenuta questa ospitata, è stata solo pura collaborazione o siete legati da sincera amicizia.

Cadaveria: La nostra versione di Mater Tenebrarum si conclude con un outro tratto dal tema di Inferno, composto da Keith Emerson per la colonna sonora del film di Argento. Come sai quella parte prevede un cantato lirico e questa scelta ci ha obbligati a cercare un soprano ed un tenore. Il caso ha voluto che lo scorso novembre suonassimo tre date con i Cradle of Filth. Lì ho incontrato Lindsay, che precedentemente conoscevo solo via social, e la seconda sera a Roma le ho fatto ascoltare la bozza della canzone. Ne è rimasta entusiasta ed ha accettato di collaborare. Ne è seguita una corrispondenza a distanza, visto che abita in Canada, per portare a termine il progetto. Le vere amicizie per me si contano sulle dita di una mano, ma posso affermare che tra noi due c’è una sincera e reciproca stima e un dark mood condiviso.

7. Come è nata questa collaborazione con la Black Tears, entrambe le band sono sotto contratto sotto altra etichetta

Cadaveria: Black Tears ha già ristampato The Shadows’ Madame nel 2013 e collaborato con progetti Music Art, di cui fanno parte Peso e Pier Gonella. Daniele, fondatore di Black Tears, è della vecchia scuola, uno di quei pochi discografici che fanno le cose solo per passione. In un’epoca in cui band emergenti versano cifre importanti alle grandi label per essere messe sotto contratto sono ben contenta di lavorare con Black Tears. L’esperienza mi insegna che la passione e l’impegno possono portare ottimi risultati.

8. Domanda che probabilmente ti avranno fatto in tanti….. da fan di Cadaveria e Opera IX, mi chiedevo se arriverà mai il giorno di una reunion con i tuoi ex compagni

Cadaveria: Mi piacerebbe che questa intervista la leggessero in tanti così da fugare definitivamente ogni dubbio o speranza. Solo perché è fastidioso che a distanza di quindici anni il mio nome sia ancora legato a quello degli Opera IX. E’ fastidioso per me e per loro. Non ci siamo lasciati nel migliore dei modi e sono conscia che la mia dipartita non abbia giocato (commercialmente parlando) a favore di nessuna delle due parti, poiché i vecchi fan si sono divisi e alcuni ancora oggi non perdonano la mia scelta. Ma io sinceramente me ne frego. Quella scelta ha giovato alla mia libertà, che è impagabile. Scelgo sempre seguendo la mia anima e lei non mi ha mai tradita. Quindi, chi mi ama mi segua. A onor del vero mi ha fatto piacere che qualche anno fa Ossian mi abbia contattata per riallacciare i rapporti e per propormi di ricollaborare, ma come ho detto a lui, che ha ben capito, le strade si sono divise per sempre. Sono contenta che finalmente abbiano trovato una cantante femminile e spero che in questo modo sentano meno il peso della mia assenza.

9. Segnalateci i vostri prossimi live show!

Cadaveria: Ermanno, sai, l’età avanza e mi devo riposare un po’. Dal 2012 ho dedicato almeno sei ore di tutte le mie giornate ai CADAVERIA (scrivere, registrare, organizzare live, fare la grafica, i video, gestire il sito e i social network…), dormendo pochissimo e dedicando zero tempo a me stessa. Ora devo liberare la mente e risanare il corpo. I primi live sono fissati per la primavera 2017 e saranno annunciati tra qualche settimana su cadaveria.com

10. Grazie mille per il tuo / vostro tempo, alla prossima!

Cadaveria: Grazie mille a te! A presto. Un saluto a tutti i lettori.

 

Cadaveria / Necrodeath – Mondoscuro (Black Tears 2016)

cadaveria-necrodeath-split-cover

 

Tracklist:

  1. Mater Tenebrarum
  2. Spell
  3. Dominion Of Pain
  4. Rise Above
  5. Christian Woman (Type O Negative cover)
  6. Helter Skelter (The Beatles cover)

 

 

Line Up:

  • Cadaveria – voce
  • Dick Laurent – chitarra
  • Peter Dayton – basso
  • Marçelo Santos – batteria

Discografia:

  • The Shadows’ Madame (2002)
  • Far Away from Conformity (2004)
  • In Your Blood (2007)
  • Horror Metal (2012)
  • Silence (2014)

Videografia:

  • Home Video (vhs 2002)
  • Karma (Dvd 2013)

Web:

 

(Ermanno Martignano)

 

holy-moses-the-new-machine-of-liechtenstein-toppa-piccola

 

 

HOLY MOSES – The New Machine Of Liechtenstein (Toppa Piccola € 3,99) www.eraskor.com

Fai conoscere il nostro articolo:

    • Scoop.it

    blog metal eraskor

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *