Infrared (Ep 2016)

Eraskor abbigliamento metal

infrared - coverComincio subito nel descrivere la musica degli Infrared come un viaggio surreale dovuto a sensazioni frammentate e dislocate tra passato e presente. Cinque tracce dal forte sex appeal, una dolciastra fusione di alternative rock, new wave, noise e una spruzzatina di quel bellissimo gothic rock strappato agli inesorabili anni d’oro dei The Gathering.

Il quartetto milanese si presente alla sua prima prova su banco come una band preparata e rodata. La voce irradiante e perlopiù filtrata di Tania contrasta, scolpisce e affonda nel tappeto sonoro di Giovanni, Marco e Fabio, scelta che si rivela ottima e perfettamente in linea con il resto della strumentazione. Il loro incedere aggraziato, rivitalizza e manipola la mente, musica noir sospesa tra beatitudine e malinconia.

Time” una partenza silenziosa che sfocia in un bellissimo ritornello sorretto da un sound muscolare, “That Day”, basso distorto in grande evidenza e song dai tratti somatici più carezzevoli, “Wounded”, sicuramente la traccia che più si potrebbe accostare al sound dei The Gathering, “Once More”, pezzo dai ritmi più alternativi, le distorsioni del basso fungono da traino per un ritornello semplice e diretto. “Secrets And Lies”, dalla struttura corposa e dal passo litanico. un inzio che mette in luce sostanza e certezze, grazie alle sue caratteristiche un po’ retrò, questi ragazzi riescono a non essere per nulla scontati.

Time: 20:08
Voto: 70 / 100

 

Tracklist:

1. Time
2. That Day
3. Wounded
4. Once More
5. Secrets And Lies

Line Up:
• Tania Tiozzo – voce
• Giovanni Mori – basso
• Marco Fantin – chitarra
• Fabio Cau – batteria

Web:
Infrared Website
Infrared Facebook

 

(Ermanno Martignano)

Fai conoscere il nostro articolo:

    • Scoop.it

    blog metal eraskor

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *